venerdì 10 agosto 2012

La simbologia dei Tarocchi



I tarocchi sono particolari carte che nascono nel nostro continente a cavallo tra il medioevo e il rinascimento. Sono composti da 78 carte (denominate anche lame) e divisi in due grandi gruppi: gli Arcani Maggiori e gli Arcani Minori. Il primo è formato da 22 carte con illustrazioni simboliche, il secondo, suddiviso a sua volta in 4 serie è composto da 56 carte.
I tarocchi, nati solamente ed esclusivamente per scopi ludici e istruttivi, dopo il XVIII secolo, soprattutto in Italia, vengono utilizzati anche per facoltà divinatorie.

Gli Arcani maggiori sono:

Il Matto  

Il Matto è l'essere irresponsabile, incosciente e passivo, che sembra trascinarsi attraverso l'esistenza assecondando impulsi irrazionali.



II - La Papessa
La papessa, rappresenta la sacerdotessa del mistero ovvero la conoscenza al femminile, la luna nera.


III - L'imperatrice
L'imperatrice è la Venere Urania dei greci, la Vergine dei cristiani.L'imperatrice è essenzialmente una donna di successo. Quindi di fondo l’interpretazione è generalmente positiva, sia essa legata al successo economico o a quello affettivo. Anche le connotazioni opposte non sono particolarmente negative e si riferiscono a un successo solo parziale in ambito economico o affettivo. 


IV - L'imperatore
L'Imperatore è il governatore di questo mondo, il solido, il concreto, simboleggia il maschile

V - Il Papa
Come la Papessa, la versione del potere spirituale al femminile, anche il papa è la versione spirituale al maschile.Il papa in alcuni mazzi dei tarocchi è identificato come "Lo Ierofante" cioè colui che spiega le cose sacre e guida verso la verità. Rappresenta dunque la legge divina. 

VI - L'innamorato
La carta rappresenta più che il sentimento dell'amore, la tensione tra due forze contrapposte. L’eterno conflitto tra il bene e il male e la conseguente difficoltà a scegliere tra le due forze. La scelta tra ciò che è materiale e ciò che è più spirituale. Occorre saggezza ed equilibrio nel percorre la via giusta che porta a non perdersi. Il libero arbitrio dunque, può diventare un’arma a doppio taglio. Simboleggia positivamente amore verso il prossimo, equilibrio tra le forze, profondità nei sentimenti, bellezza morale, fisica e spirituale, purezza ma anche grande energia sessuale.

VII - Il Carro
Il carro della vittoria e della regalità.

VIII - La Giustizia
a giustizia viene raffigurata con una spada in una mano e una bilancia. La spada simboleggia la giustizia fatta dagli uomini e rappresenta in generale il giusto governo e distrugge tutto ciò che non ha equilibrio, mentre la bilancia si riferisce alla giustizia naturale. È bendata e questo significa che nessuno deve e può influenzare il suo verdetto.


IX - L'Eremita
L'Eremita è il vecchio saggio che fonda l'avvenire sulla conoscenza del passato.


X - La Ruota
Il decimo arcano dei Tarocchi si ispira alla visione descritta dal libro di Ezechiele

XI - La Forza
La Forza è la figura che rappresenta la forza della ragione che vince sul potere dell’energia fisica, delle pulsioni e dell’istinto. In sostanza simboleggia l'autocontrollo. Solo colui che saprà dominare tali forze potrà elevarsi ad una nuova conoscenza e percorrendo pericolosamente le tenebre degli inferi riuscirà a rinnovarsi e ritrovare la via della luce interiore.

XII - L'Appeso
In questa carta l'Appeso è raffigurato come un uomo legato con una coda per una caviglia e con la testa all’ingiù. Tale posizione è una forma di tortura che veniva praticata in passato. Porta con sé numerosi simbolismi e tale figura va interpretata come un inevitabile quanto momentaneo sacrificio che viene richiesto da situazioni contingenti esterne e che è necessario effettuare

XIII - La Morte
L'arcano n. 13 rappresenta la Morte, premessa necessaria alla rinascita. Questa figura simboleggia che gli astri sono favorevoli e quindi sia avranno delle brillanti prospettive e gli influssi saranno positivi. Occorre essere accorti nel capire ciò che una buona disposizione delle stelle ci porterà. Essenzialmente è una lama fortemente positiva che nel peggiore dei casi indicherà solo delle grandi occasioni che non sono state sfruttate al meglio o per nulla.

XIV - La Temperanza
L'angelo della vita universale, vestito di rosso e d'azzurro, rispettivamente co...

XV - Il Diavolo
l'imprevisto, la fatalita'ma anche la liberazione e l'inizio di un nuovo cammino,non solo spirituale..

XVI - La Torre
La torre è raffigurata, nei Tarocchi, in fiamme a causa di un fulmine dal cielo. Simboleggia la necessità di umiltà, rifuggendo la superbia e la presunzione. Bisogna arrivare alla conoscenza attraverso un passo alla volta senza fretta e senza eccedere, poiché come ammonisce La Torre, rischiamo di essere presuntuosi, e se insistiamo nel nostro atteggiamento superbo è probabile che andremo incontro ad una forte punizione o delusione. Nella sua connotazione positiva questa carta segnala il rinnovamento, e soprattutto il momento propizio per abbandonare vecchie abitudini e modi di ragionare, cominciando a costruire sulle loro ceneri.

XVII - Le Stelle
Stella fiammeggiante ad otto raggi circondata da sette stelle. Plana dolcemente sul capo di una giovane ragazza, emblema della speranza. Accanto ad essa una farfalla si poggia su una rosa.

XVIII - La Luna
Simbolo per antonomasia dell'inganno e dei nemici nascosti: l'arcano della Luna quando appare in una consultazione lascia ben pochi dubbi sull'andamento di una situazione.

XIX - Il Sole
L'Arcano ci presenta una coppia di gemelli teneramente allacciati, è la forza dell'energia del sole.Contrapposto e speculare alla Luna, ma al tempo stesso ad essa indissolubilmente legato : ecco l'arcano piu bello tra il gruppo dei Maggiori.

XX - Il Giudizio
L'angelo dalle grandi ali dorate che suona la tromba per esprimere il suo giudizio.

XXI - Il Mondo
All'interno di una ghirlanda di foglie intrecciate, la dea della vita, rappresenta la forza della terra.     


Il vero segreto dei Tarocchi risiede nella loro capacità di aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi di vita e trasformare noi stessi.
I Tarocchi sono infatti antichi e potenti simboli che facilitano l'autoesplorazione e lo sviluppo delle nostre potenzialità, sono un modo per collegare il conscio all'inconscio e attingere alla nostra saggezza profonda.

La simbologia dei tarocchi nasconde tante strade, tante suggestioni, tante possibilità. Sta a te trasformarle in successi e obiettivi raggiunti.


Il linguaggio più essenziale è quello dei segni o dei simboli, strumento principale di relazione tra noi e gli altri, e tra il nostro inconscio e noi stessi.

Queste rappresentazioni sono entrate a far parte del nostro immaginario collettivo e ci avvolgono in ogni istante della nostra quotidianità in modo passivo e del tutto inconsapevole.

Molti dei suddetti simboli sono raccolti da sempre nei Tarocchi

 Il simbolo è una rappresentazione archetipica fornita di energia: è questa “numinosità”, proveniente dall’archetipo ordinatore, che consente la trasposizione di valori psichici da un contenuto ad un altro, la trasformazione di certe funzioni psichiche in altri dinamismi. L’umanità tramite gli archetipi, ha dato forma all’esperienza producendo i miti: ogni rappresentazione archetipica esprime sia una specifica relazione dell’individuo con un elemento significativo della sua esistenza, sia la connotazione affettiva legata a questa relazione. In questo senso possiamo considerare  l’archetipo come un insieme infinito di relazioni possibili.

La trasformazione avviene in quanto i contenuti introdotti dal simbolo mobilitano le forze pulsionali. orientano verso oggetti diversi, provocano nuove relazioni: è questo lavoro  che crea energia.

Nessun commento:

Posta un commento