domenica 2 settembre 2012

Anima gemella ed amore karmico



Anima gemella ed amore karmico sono strettamente connessi.
Il concetto di anima gemella è molto antico.
PLATONE sosteneva che all'origine ci fossero 
esseri completi di parte maschile e femminile, gli androgini o uomini palla, erano esseri perfetti, fieri, forti e vigorosi non mancavano di nulla. Ma erano anche arroganti e vollero tentare la scalata al cielo per combattere gli dèi.
Zeus, preoccupato e invidioso di tale perfezione, li spaccò in due e li sparpagliò 
per il mondo destinati a perdersi: da allora ogni anima è in perenne ricerca della propria metà, trovando la quale torna all'antica perfezione.

Da quel giorno tutti gli uomini sono alla ricerca della propria metà,l'anima gemella,che può compensare il grande vuoto,l'altra metà della mela che può completarci e renderci la dovuta felicità.

La tradizione vuole che l'incontro tra anime gemelle avverrebbe solo in determinati momenti o in determinate incarnazioni, dove le due parti della mezza mela abbiano raggiunto uno stadio spirituale abbastanza alto da eludere ogni rischio di annullamento reciproco.

In quest'ottica va vista la tanto anelata "accettazione dell'altro", in un rapporto di coppia cosí come in qualsiasi altro tipo di relazione.


La convinzione che l'anima, una volta morto il corpo fisico, si reincarni, deriva dalle dottrine orientali, quali la filosofia buddista e la religione induista.
Secondo l'Induismo l'esistenza si basa sul concetto di causa-effetto. Questo vuol dire che a ogni azione, compiuta nel bene o nel male, consegue un'azione ulteriore: ogni evento è effetto di un evento precedente e causa di un evento successivo. In fondo è quello che constatiamo nella vita di tutti i giorni ma l'Oriente sposta quest'idea a livello universale e oltre le cognizioni spazio-temporali, in un ciclo infinito.
A differenza di quanto si pensi la teoria della Reincarnazione appartiene tanto alla tradizione orientale quanto a quella occidentale.

Agli albori della Chiesa cristiana si parlava piú liberamente di Reincarnazione. Alcuni dei primi padri della Chiesa, come Clemente Alessandrino o Origene, parlarono, in alcune delle loro opere, della possibilità dell'esistenza di molte vite per l'evoluzione dell'anima. Una delle branche della Chiesa originaria, lo Gnosticismo, al quale partecipó lo stesso Giovanni Battista, credeva fermamente nella Reincarnazione.
è necessario rendersi conto che l’attenzione non deve essere concentrata all’esterno, bensì all’interno dell’individuo. L’amore è una potenzialità.
Non è sufficiente sapere di possederla, bisogna anche svilupparla ed allenarla, così come gli artisti, che prima di produrre la loro grande opera originale, trascorrono moltissimi anni ad allenarsi, a studiare e a riprodurre le opere dei grandi artisti del passato.
Se il cuore è un muscolo che può essere allenato con la ginnastica e l’esercizio fisico, anche l’amore, è un’arte che si può apprendere.
Per allenare la nostra capacità di amare anzi tutto dobbiamo distinguere l’Amore dal Possesso. L’amore non ha nulla a che fare con il possesso. Anzi, si può sviluppare solo quando la relazione è fondata sulla libertà. Spesso dare la libertà al Partner è una decisione dolorosa che crea conflitti interni proprio perché va in contrasto con il senso del possesso. D’altra parte è anche illusorio immaginare che una completa libertà possa essere il fondamento di una relazione stabile. È quindi importante valutare il proprio concetto profondo di fedeltà e lavorare perché la relazione sia basata su entrambi i livelli dell’amore.
Ci sono dei sistemi per riconoscere l'amore vero e l'anima gemella.
 L'anima gemella è la persona capace di suscitare un'affinità immediata, profonda e "antica", come se si conoscesse da sempre.
- È un rapporto fatto di corrispondenze segrete che coinvolgono i due partner, di sintonia. Si è sulla stessa lunghezza d'onda, ci si comprende con uno sguardo.
- Il piacere di stare assieme non diventa mai una dipendenza o un attaccamento ossessivo, anzi stimola la libertà dell'altro e lo fa crescere ed evolvere.


Nessun commento:

Posta un commento