lunedì 10 settembre 2012

Ipnosi e vite precedenti




Ipnosi e vite precedenti sono correlate in quanto ipnosi energetica e sciamanica e la meditazione profonda sono strade molti simili per vivere soggettivamente vite precedenti o fantasie di vite precedenti 

Chi sono stato in passato” e “Come posso sapere se X è un rincontro Karmico, chi era nelle mie vite passate”

Oggi, con la regressione ipnotica, sembra che la reincarnazione sia una delle ipotesi più probabili: ossia che la vita attuale è determinata dalle vite precedenti, che noi non siamo nuovi né casuali ma solo la conseguenza di esperienze precedenti, essendo il Karma una legge di causa-effetto che determina quello che siamo oggi, e la nostra vita attuale, in conseguenza di un nostro lungo passato.
Perché la scala dell'evoluzione comincia quando la coscienza individuale s'incarna in un minerale, che con i secoli diventa vegetale che si trasfoma in animale e alla fine essere umano primitivo (uomo di Neanderthal, per esempio) finché, a forza di esperienze, attraverso molte vite, l'uomo primitivo si trasforma in uomo illuminato come Cristo, Budda, Maometto, o Krishna, il massimo che l'espressione umana può raggiungere.

 Il Nirvana è il "paradiso" degli induisti. Rappresenta la pace assoluta che l'anima del defunto può trovare alla fine del suo ciclo di reincarnazioni. La chiave di tutto è il Karma. Ognuno di noi ha il suo Karma, cioè lo scopo finale che si dovrà raggiungere passando attraverso diverse reincarnazioni, diverse vite in cui la persona troverà sempre più la perfezione e la pace, avvicinandosi sempre più alla sua meta. Il Karma è una legge di causa-effetto, ad ogni azione corrisponde una reazione. Per cui è un percorso soggettivo e non è fatto solo di conquiste, ma anche di retrocessioni (in seguito ad errori commessi durante la propria vita). Così, la vita attuale di ognuno di noi è il risultato delle esperienze e delle azioni accumulate in tutte le vite precedenti, e ciò che faremo in questa vita, ci servirà nella prossima. 
Anche i primi cristiani credevano in una sorta di reincarnazione. 
Le vie di accesso alle vite passate sono diverse e altrettanto varie sono le tecniche che possono essere usate per conoscerle.
Ognuno di noi è diverso dagli altri e non c’è una tecnica ‘universale’ che vada bene per tutte le persone e per ogni circostanza, anche se ogni tecnica ha le sue caratteristiche e alcune sono più adattabili di altre.

L' Ipnosi Regressiva o ipno-meditazione è una tecnica di indagine  spirituale che permette di ricercare le cause dei conflitti attuali nel mondo remoto di precedenti vite.
In ipnosi il soggetto  può ritornare indietro nel tempo recuperando la memoria di esistenze pregresse , nelle quali si annidano le radici del suo destino.
Secondo la legge del karma , la responsabilità dei problemi del presente è solamente nostra e dipendente dalle azioni passate. Acquisendo coscienza di questo ordinamento causale , di questa normativa esistenziale si comprende il senso educativo della Vita.

Il fine è quello di recuperare risorse biologiche e spirituali che permettano al soggetto di amare e di evolvere.

Quanto più scendiamo in profondità grazie alla meditazione, tanto più ci allontaniamo dal livello quotidiano di coscienza (che comprende la frustrazione, lo stress, l’ansia e le preoccupazioni) e più ci avviciniamo al nostro Io superiore, con la sua capacità di amare. Ci sono molti modi per connetterti con il tuo Io superiore e più procedi lungo questo cammino, più sarà facile acquisire livelli elevati di spiritualità.


Metodo di indagine sulle vite precedenti

Chiudete gli occhi ed iniziate a respirare profondamente e lentamente.


Quando ,dopo pochi minuti ,vi sentite calmi e rilassati ,visualizzate una luce dorata che scende dall’alto verso di voi e vi circonda.Sentite come questa luce vi faccia sentire a vostro agio e al sicuro.

Adesso immaginate la luce che si dissolve e di trovarvi sulla sommita’ di una bellissima scalinata.

Quando vi sentite pronti iniziate a scenderla ,lentamente.

Osservatela nei dettagli ,nei colori ,nei materiali,sentite il vostro peso sui gradini  immaginare la scala che vi condurra’ verso una specifica vita.

Mentre procedi,ad ogni scalino da cui scendi ,inizia a sentirti sempre piu’ rilassato.

Continua a respirare profondamente e lentamente.

Quando arrivi alla fine delle scale,ti trovi all’inizio di un lungo corridoio con molte porte.Ogni porta ha un colore e un materiale diverso ,come per le scale visualizzale in ogni dettaglio.Ogni porta corrisponde ad una vita,scegli quella che ti attira di piu’ .Ce ne saranno alcune che ti mettono a disagio o ti incutono timore,puoi benissimo scegliere una di quelle,ma non c’è alcuna fretta .E’ meglio le prime volte scegliere le porte piu’ invitanti.

Una volta scelta la porta ,aprila ed entra.

Una volta passata la soglia della porta ,cerca di usare tutti e 5 i tuoi sensi per sentire qualunque possibile cosa:Fa caldo? C’è un buon profumo? Il pavimento sotto i tuoi piedi è morbido? E cosi via.

Questo potrebbe richiedere alcuni minuti,ma tu non hai alcuna fretta.

Se non succede nulla guarda verso i tuoi piedi.Stai indossando delle scarpe? Se si come sono? Preziose?Scomode?Strette?Sono da donna o da uomo?

Una volta che hai osservato ogni dettaglio delle tue scarpe ,fissa la tua attenzione su quello che indossi e fai lo stesso.

E concentrati sulle tue mani:sono delicate?Segnate dal lavoro? Adornate da anelli preziosi?

Poi tocca i tuoi capelli e immagina di scorrere lentamente le tue dita sul tuo volto ,cerca di percepirne i tratti e di visualizzarli mentalmente.

Dopo che hai raccolto piu’ informazioni possibili su di te ,concentrati sull’ambiente circostante.
Qualunque posto sia ,osservalo,sentilo con i tuoi 5 sensi e soprattutto senti qual è il tuo stato d’animo.


Puoi spostarti all’interno della scena che vedi come vuoi e dirigerti dove preferisci.Non ci sono limiti e sara’ sempre molto interessante vedere come ogni cosa ogni essere che incontri si relaziona con te.

Quando hai deciso di finire la meditazione o vuoi esplorare un’altra porta,riattraversa la porta da dove sei venuto o se non c’è piu’ immaginati di nuovo in cima alle scale.



Nessun commento:

Posta un commento