domenica 14 ottobre 2012

Ipnosi esoterica e parapsicologia



L'ipnosi esoterica (ma anche l'ipnosi energetica e sciamanica) è l'applicazione dell'ipnosi alla parapsicologia e a fenomeni quali precognizione, vite precedenti, fenomeni ESP (percezioni extra sensoriali), spiritismo, medianità.
Sin dai tempi antichi l'ipnosi era considerata l'arte regia o arte sacra, in quanto attraverso di essa si raggiungeva rapidamente l'illuminazione totale e la conoscenza di tutte le cose, "essa era, e forse lo è ancora oggi, la via segreta delle grandi iniziazioni".
L'ipnosi era conosciuta in India, in Caldea, in Egitto, ed era riservata ad una casta privilegiata, che ne custodiva tutti i segreti. Di generazione in generazione, gli antichi iniziati si trasmettevano il segreto dei loro poteri, guarendo i corpi con una parola, sottomettendo gli uomini con un semplice sguardo.

L'ipnosi è uno stato particolare della mente, che la rende suscettibile alla suggestione. Nelle dimostrazioni teatrali, si vedono soggetti che obbediscono ciecamente ad ordini e suggestioni impartiti dall'ipnotista, come nuotare, sentirsi ubriachi, partecipare ad una gara, o magari amare una partner meravigliosa. Ebbene, tali esibizioni sono autentiche. È infatti accertato che quasi tutti, con tecniche diverse, possono venire ipnotizzati. Una volta posti in tale stato, è anche facile risalire alle origini delle malattie dei soggetti e trovarvi i rimedi più adatti. Si possono inoltre indurre suggestioni postipnotiche. per dissuadere i soggetti dal fumare, dal bere e così via. L'ipnosi ha pertanto anche una grande utilità terapeutica. È possibile inoltre far ricordare esperienze dimenticate, o addirittura far regredire il soggetto ad esistenze precedenti. Vi è.poi il fenomeno dell'autoipnosi, che il libro, tratta ampiamente, e infine la possibilità di risvegliare e attivare attraverso l'ipnosi delle facoltà paranormali, quali la chiaroveggenza, la telepatia, la precognizione, i viaggi nel tempo e simili. 

La Parapsicologia è sorta e ancora oggi trova la sua ragion d'essere in una duplice esigenza: da un lato comprendere le radici, le dinamiche e in generale le cause di queste esperienze, cioè capire se si tratti di manifestazioni soltanto soggettive o se all'esperienza interiore corrisponde una realtà oggettiva esterna all'individuo; dall'altro, sulla base di queste conoscenze, rispondere in maniera soddisfacente alle richieste e ai dubbi di chi è convinto di vivere situazioni anomale e "anormali"

Percezione extrasensoriale (ESP), comporta la ricezione di informazioni non acquisita attraverso i sensi fisici riconosciuti ma percepito con la mente
Una grande quantità di segnalazioni di percezione extrasensoriale si dice che avvengono spontaneamente in condizioni che non sono scientificamente controllata. Tali esperienze sono spesso stati segnalati per essere molto più forte e più evidente rispetto a quello osservato negli esperimenti di laboratorio. Tali relazioni, non di prove di laboratorio, sono storicamente alla base della diffusa convinzione l'autenticità di questi fenomeni. Tuttavia, si è rivelato estremamente difficile (forse impossibile) per replicare tali esperienze straordinarie condizioni controllate scientifica 



Alcune persone credono di essere già vissute nel passato e che la loro anima, in altri corpi, abbia avuto molte vite nel corso di migliaia di anni. Questa credenza si chiama reincarnazione ed è una delle credenze fondamentali di religioni quali il buddismo e l'induismo. Durante la vita "normale" la maggior parte della gente non ricorda nulla delle sue vite passate, ma sotto ipnosi alcuni possono essere riportati indietro nel tempo e rivivere alcune delle loro esperienze precedenti.
Molti ricercatori ritengono che queste vite passate siano vere: in effetti alcune persone riferiscono accurati dettagli storici delle loro esistenze passate, vissute a volte in un altro paese, e in generale in un secolo diverso. Qualche volta queste persone parlano in una lingua che non conoscono, o mostrano di sapere cose che non hanno mai imparata. Alcuni sembrano aver vissuto parecchie vite.



Parlare di vite passate significa affrontare il problema della morte con tutti i risvolti filosofici e psicologici che vi si accompagnano. Prendere poi in considerazione l'ipnosi quale mezzo per superare  il tempo e lo spazio e  accedere a presunte vite già vissute, in un ciclo di continua morte e rinascita, il compito diventa davvero impegnativo soprattutto nel
tentativo di tracciare delle linee di confine che abbiano il sapore della scientificità.


le tecniche ipnotiche, in particolare quelle relative alla regressione di età, vengono utilizzate per creare questo presunto  ponte fra presente e passato, fra vita attuale e "vita precedente". Le esperienze  di vite passate vengono  indotte con  la trance
ipnotica. Lo stato modificato di coscienza consentirebbe di bypassare le amnesie, di raggiungere ricordi profondi altrimenti inaccessibili.
L'attenzione cosciente viene focalizzata su particolari eventi e di lì convogliata verso ricordi lontani nel tempo.
Le suggestioni ipnotiche devono avere l'obiettivo di un arricchimento della personalità.
Se, strada facendo, il soggetto fa emergere delle vite precedenti, sia accorto l'operatore a
non aver indotto falsi ricordi, a non aver favorito la costruzione di confabulazioni, a non aver suggerito l'esistenza di  vite passate, infatti l'ipnosi è fortemente suggestiva come testimoniano le suggestioni ipnotiche di massa utilizzate nella pubblicità nella politica e nell'economia.

La prima cosa da imparare è che le suggestioni di massa sono disposte a livelli, il più superficiale originato dal livello inferiore. Per questo motivo, combatterle una per una non serve a molto: anche se riusciamo a neutralizzarne gli effetti, dopo qualche tempo la stessa suggestione tornerà a ripresentarsi sotto forme diverse, a meno che non si sia provveduto a eliminare anche il livello sottostante che l’ha generata.

1 -  le suggestioni dei media, che mirano a farci compiere azioni decise da altri mediante l’accorgimento di renderle desiderabili ai nostri occhi, o a farci considerare “giusti” determinati comportamenti piuttosto che altri sebbene in realtà non esistano motivazioni razionali in tal senso.

Le suggestioni dei media, nella quasi totalità, hanno origine dalla

2 -  suggestione economica: la certezza che le persone, gli oggetti materiali, e/o in particolare il denaro, possano essere disposti secondo una scala di valori quantitativi o qualitativi. Nella sua forma più estrema: che il denaro sia l’unico valore esistente.


Nessun commento:

Posta un commento