lunedì 18 febbraio 2013

Ipnosi esoterica regressiva e forme pensiero



L'Ipnosi esoterica regressiva serve anche a creare  forme pensiero, da utilizzare per contattare entità senza correre rischi di fenomeni di possessione
Un pensiero strutturato, ossia, una Forma-pensiero, attrae a sé energia pensante, forza magnetica emotiva e sostanza eterica vitale, fino a  concretizzarsi in una forma del piano fisico denso, visibile e fruibile dai nostri sensi.
Perché sia tale, tuttavia, occorre che la Forma-pensiero venga rafforzata e mantenuta in vita dall’apporto energetico di un vasto numero di individui che aderiscono, per attrazione magnetica, a quella forma, mediante credenza, convinzione, suggestione, desiderio, ideologia, fede ed altre forme di attaccamento emotivo-mentali.Quando i pensieri non sono individuali ma provenienti da un gruppo di persone, si generano "agglomerati energetici" chiamati anche "Egregore". La parola “egregor” ha la medesima radice di aggregare e deriva dal latino “grex, gregis”. La parola quindi significa raggruppare, mettere assieme. Bisogna comunque distinguere "Egregoro" da "Egregora" perchè sono due cose completamente diverse. Egregoro o Eggregoro per gli gnostici è un Essere (da alcuni è definito anche Angelo) connesso con la gerarchia superiore o con forme spirituali superiori altamente evolute, protegge ed ispira gli individui nel loro cammino evolutivo.

L’Egregora è come detto prima, un aggregato di energie mentali, di forze psichiche, di bassa o alta qualità, creata da uomini o da Egregori o da Intelligenze. Più il tempo passa e più l'egregora può crescere se alimentata costantemente dall' attività psichica conscia o inconscia. Le vibrazioni emesse da un pensiero tendono a riprodursi ogni qualvolta ne hanno l'occasione. Perciò, quando urtano un altro corpo mentale, tendono a far nascere in esso una vibrazione simile a quella originaria.
E' la credenza comune a mantenere in una certa forma, qualità, caratteristica o efficacia una "cosa", sia essa fisica, emotiva o mentale.attraverso l’ipnosi, accedere a informazioni inconsce insospettate. Secondo l’autore tutti noi ci siamo così tanto identificati col nostro corpo da non concepire che viviamo anche in altre dimensioni. Esiste davvero una coscienza del sé fuori dal corpo?
Voi create immagini o impressioni nella vostra mente estrapolandole dalle vostre emozioni e da quelle che sono le vostre credenze. L'abilità di generare immagini semplifica e rafforza le vostre percezioni della realtà fisica. Che siate o non siate una persona dotata di capacità, voi generate automaticamente delle forme di pensiero. Ricordatevi che non è obbligatorio vedere delle immagini. Potete sentire le forme di pensiero o conoscerle. Nella metafisica si dice che, i pensieri sono cose. Essi posseggono una realtà fisica, cosi come gli oggetti attorno a noi, che prima di essere creati fisicamente, erano idee nella nostre menti. Questo esercizio ha un applicazione pratica nella regressione delle vite passate.
Piomba direttamente su ciò che di negativo abbiamo in questa vita e che stiamo cercando di cambiare e focalizza ciò che di positivo c'è stato nella vita passata, ciò che vogliamo migliorare e integrare nella nostra vita attuale.
Le forme pensiero vi aiuteranno anche a svolgere gli esercizi del terzo capitolo. Se vi sentite bloccati, chiudete gli occhi e fate una Forma di Pensiero. Fate ciò che volete con questa Forma di Pensiero e fatelo per quanto tempo volete. Quindi, tornate all'esercizio scritto o meditativo che stavate facendo. Sarà più semplice portarlo a termine.

Esercizio pratico: Forme di pensiero
Chiudete gli occhi. Tornate ad un momento in cui avete sentito una sensazione emotiva rispetto a qualcosa. Accettate il primo pensiero o la prima sensazione che sorge nella vostra mente. Concentratevi.
Notate il primo colore che vedete o che percepite nella vostra mente.
Che forma ha quel colore?
Come è grande?
Di che cosa è fatto?
Che suono ha?
Che profumo ha?
E' ruvido o liscio?
Caldo o freddo?
E' fermo o si sta muovendo?
Che emozione sentite davanti a quella forma pensiero?
In che parte del vostro corpo è localizzata questa emozione?
Che cosa foglio fare con questa Forma Pensiero?
Accettate la prima risposta che vi passa per la mente.
Aprite gli occhi. Scrivete una descrizione della Forma di Pensiero e ciò che volete farne. Quando volete, potete chiudere gli occhi e ritornare alla vostra Forma di Pensiero ogni volta che volete nella vostra mente. Vi consiglio, però, di concentrarvi sulla prima Forma di Pensiero che vi è venuta. Non cercate di cambiarla.
Esempi: una farfalla gialla - Voglio volare attorno alla casa con le sue ali.
Un albero rosso e verde - Voglio dare un calcio al tronco rosso e abbracciare le foglie verdi. 

Nessun commento:

Posta un commento