martedì 5 marzo 2013

La morte, e poi?


La morte: e poi?Cosa succede in quell’attimo fatale che segna il passaggio dalla vita alla morte? Esiste una vita ultraterrena? Sono varie le ipotesi, formulate nella storia, per il “dopo”. Cosa succede dopo la morte? Nulla? C’è un’altra vita? C’è un mondo che arriva? C’è un diverso modo di vivere la vita che subentra? Tutto è possibile, visto che non c’è niente di certo.La società contemporanea non onora più la morte come passo naturale della vita
la conoscenza e la consapevolezza dell'esistenza della vita dopo la morte può aiutare molti a superare sia la paura della propria morte sia il dolore per la morte di qualcuna delle persone che si amano.La conoscenza può
aiutare a superare il dolore proprio nel momento della separazione. La nostra vita
qui nella realtà fisica va intesa come preparazione.Non tutti riescono a concepire la possibilità che dopo la vita terrena esista un’altra dimensione di esistenza, ma sono sempre più numerosi coloro che riconoscono che dopo la morte la vita continua in un’altra forma e su un altro piano. 
La comprensione di questa realtà (che riguarda tutti) è essenziale per giungere ad una consapevolezza più chiara del senso della vita, delle relazioni e delle situazioni che viviamo. Senza il riconoscimemento di questa possibilità si rischia di rimanere isolati nelle vecchie credenze.
Riuscire ad andare oltre il limite della propria esistenza significa uscire dai confini dei dogmi religiosi o filosofici ed abbracciare una prospettiva più vasta, più vera e comprensibile che può condurre alla scoperta di ciò che veramente siamo: esseri spirituali in cammino verso la realizzazione di noi stessi. Cosa siamo, da dove veniamo e a cosa siamo destinati?
Quando scopriremo che la vita attuale non è altro che una delle tante esperienze appartenenti al nostro percorso di crescita riusciremo ad accogliere una visuale più obbiettiva di noi stessi e saremo così in grado di affrontare la vita con un approccio nuovo, più consapevole e propositivo, perchè avremo scoperto che niente finisce mai e che di fronte ad ognuno di noi c’è solo vita ed infinitamente vita. 

Nessun commento:

Posta un commento