giovedì 27 giugno 2013

Sintropia e meditazione



La sintropia è un principio simmetrico ed opposto a quello fisico di entropia. L'entropia teorizza e misura il degrado energetico che avviene in un sistema in base al secondo principio della termodinamica Il principio di entropia, affermato inizialmente dal fisico e matematico tedesco Clausius, porta a concludere che, da ultimo, non essendovi più energia-calore da trasformare in lavoro necessario per i processi fisici di trasformazione, l’universo finirà per morte termica.
Il principio di sintropia afferma che l’entropia è strettamente relativa all’interno di ogni singolo sistema; e che l’universo e ogni sistema vivente non possono morire in quanto, a fronte dell’entropia che opera in quel sistema, vi è un processo opposto di reintegrazione energetica per un apporto di nuova energia proveniente o assunta dall’esterno del sistema.l principio di sintropia viene assunto anche dal pensiero filosofico spiritualista per affermare che l’uomo (corpo + spirito) non muore per il degrado entropico del suo corpo ma sopravvive alla morte come spirito per rapporto energetico spirituale!La “meditazione nel vuoto” è conosciuta come “immobilizzare la mente”.

1. Sintropia = vita, amore, natura, evoluzione, benessere e armonia
La sintropia nasce da relazioni effetto->causa
2. Il principio di sintropia o di tendenza all’ordine: L’informazione-coscienza ha la tendenza a generare coerenza, ordine e unità.

Se il principio di entropia può essere considerato come la misura dell'ignoranza, il suo opposto, il principio di sintropia (da sun: insieme, nello stesso tempo e tropos: direzione) può a ragione essere considerato la misura della conoscenza. La sintropia, termine che si ritiene coniato dal matematico italiano Fantappié, afferma che l'informazione-coscienza, essendo implicitamente intelligente, ha la tendenza a generare ordine e unità attraverso la formazione di strutture dotate di coerenza. La sintropia, come opposto dell'entropia, implica coerenza, bellezza, armonia, cooperazione, significato.

Le forme di meditazione promuovono la sintropia spirituale rispetto all'entropia.

I benefici della meditazione nel vuoto sono l’abilità di spegnere pensieri non voluti ed influenze a comando, ed essere voi in grado di controllare i vostri pensieri, invece che i pensieri a controllare voi (come per la persona media), ed un senso di pace interiore.



Le anime che vivono nel mondo materiale possono raggiungere quello spirituale, solo ritrovando il puro sentimento d’amore incondizionato, prema, proprio di quella dimensione e non perché appartenenti a una data tradizione religiosa come superficialmente troppo spesso viene concluso.

Nel percorso che va da sraddha (fede) a prema (puro amore)si devono evitare vikarma, le attività indecenti e akarma, l’inattività, come si deve anche evitare di essere confusi dal karma, dalla pratica dell’arida rinuncia e dalla conoscenza fine a se stessa. E’ inoltre fondamentale mantenere un atteggiamento rispettoso e non offensivo verso tutte le entità viventi.

La meditazione nel vuoto è essenziale per chiunque pratichi la meditazione, ed è importante per il successo nella pratica magica avanzata. La meditazione modifica la forza dei vostri pensieri ed è molto importante essere in grado di controllare i pensieri e spegnerli a comando. Il potere del pensiero, conosciuto anche come “stregoneria”, è necessario per il successo nei rituali e nell’usare la mente per ottenere ciò che volete. La meditazione rinforza i nostri pensieri, e le persone che sono più sveglie e sensitive saranno in grado di prelevare pensieri e sentimenti altrui telepaticamente. La meditazione nel vuoto allenerà la vostra mente ad essere silenziosa così che gli altri non potranno sapere cosa state pensando. I Ninja Giapponesi usavano questa tecnica per non farsi scoprire mentre espletano importanti missioni che richiedono loro di avanzare o infiltrarsi, senza farsi notare. La meditazione nel vuoto allena la mente in modo che possiate concentrarvi durante i rituali ed in ogni giorno della vita in maniera che la mente dia come risultato quello che desiderate.


Meditazione della Montagna
Essere stabili come una montagna”. Rifugiatevi in un luogo silenzioso, toglietevi le scarpe e mettetevi comodi. È preferibile indossare vestiti comodi e non sintetici. Per quel che riguarda lapostura, sedetevi a gambe incrociate e chiudete gli occhi. Portate la mano destra ad altezza ombelico e apritela, rivolgendo il palmo verso l’alto. La sinistra poggia sulla destra, nello stesso modo, i pollici si toccano. La schiena va tenuta ben dritta. La calma e la concentrazione andranno ottenute respirando profondamente e con molta calma, focalizzandosi sulla posizione, immaginando di rimuovere le tensioni senza farsi coinvolgere dai pensieri

Meditazione nel vuoto avanzata:

Visualizzate un oggetto e mantenetene l’immagine nella vostra mente. All’inizio, sfumerà apparendo e scomparendo, ma progredendo rimarrà sempre più a lungo. Questa è definitivamente un’abilità per la pratica della magia e concentrare il vostro potere mentale.Concentratevi su uno specifico canto o suono.

Meditazione energetica nel vuoto:

Questa è un’eccellente maniera per potenziarvi mentre fate la meditazione nel vuoto. E’ avanzata, e dovete avere la sensibilità per l’energia così come nella meditazione sull’energia.

domenica 23 giugno 2013

Magia Rossa, i rituali dell'amore



La magia rossa è la magia dell’amore.


La magia in generale è l'arte di pretendere di modificare le cose sia con mezzi soprannaturali o attraverso la conoscenza delle leggi occulte  naturali.Gli studiosi delle scienze occulte, vedono la funzione della magia puramente in termini psicologici, come un mezzo potente di autosuggestione e di contatto con l'inconscio.  Una moderna teoria della magia, a grandi linee, crea due punti di vista, che prestano attenzione alle opinioni degli antichi: il primo vede la magia come conseguenza di una simpatia universale dentro l'universo, e definisce che quello che accade in un luogo è il risultato di qualcosa che accade altrove. L'altro punto di vista vede la magia come una collaborazione con gli spiriti che ne causano l'effetto.  

la Magia Rossa viene considerata neutra e ciò non è esatto: è più corretto pensare ad essa come una cosa ben distinta sia dalla Magia Bianca sia dalla Magia Nera con differenti scopi e riti totalmente diversi.
Già in uso ai tempi degli antichi egizi essa prende il suo nome proprio dal colore delle tuniche indossate dai sacerdoti Tolemaici, color rosso sangue, durante i loro alti rituali.
Questo tipo di magia può essere considerata, infatti, la magia ritualistica per eccellenza, prevede luso di erbe ed in alcuni rari, o antichi, casi del sangue.
Tutti i rituali e gli incantesimi di magia rossa, vengono utilizzati per sanare rotture sentimentali, riavvicinare, legare a sé la persona amata, come pure far nascere dal nulla il desiderio, accendendo la passione d’amore e provocando l'innamoramento in una persona prescelta. Il Sensitivo Francesco, con oltre venti anni di esperienza in riti di magia rossa potente, ne è uno dei massimi esperti a livello europeo, come testimoniano gli innumerevoli successi ottenuti. Grazie alla profonda conoscenza di antichissimi e potenti rituali ed incantesimi d’amore, appresi in ogni parte del mondo, il Sensitivo Francesco aiuta persino gli altri operatori dell'occulto nel risolvere i loro casi più difficili! Praticare con successo la magia rossa è cosa per pochi eletti. Il Sensitivo Francesco, noto come il Sensitivo dell’amore, può aiutarti a raggiungere la tua felicità sentimentale.Magia dei Sensi o del Sesso: magia che utilizza il corpo come fonte per accumulare, espandere, plasmare ed inviare energia!
La Magia Rossa ha le sue regole, le quali devono essere seguite per poter evitare problemi e pericoli durante le operazioni.

Questo è uno dei rituali della magia del sesso, volto a accumulare energia e acquisire un nuovo stato evolutivo con il proprio partner.
L’unione sessuale deve essere considerata Sacra.

Ci si Unisce a una persona spiritualmente positiva e con la quale si ha un rapporto profondo.
L’unione tra uomo e donna non deve avere un carattere carnale, è necessario mirare a trarre l’energia da una fonte sia spirituale che corporea.
L’orgasmo deve essere raggiunto contemporaneamente da entrambi, solo così la magia del rito si realizza.
I corpi devono essere puliti, meglio se viene fatto un bagno di purificazione con acqua e sale. Formulare il proprio intento prima della realizzazione del rituale di magia rossa, ed esso non deve mai essere dimenticato, né prima, né dopo, né durante l’atto sessuale.

martedì 18 giugno 2013

Alla ricerca delle Vite Precedenti e delle Vite Future



Molto spesso l’interesse per le vite passate sorge quando ci accade qualche fenomeno connesso con il ricordo spontaneo di elementi di una vita precedente o di una vita futura

La credenza nella reincarnazione affonda le proprie radici nella storia dellumanità, costituisce un aspetto standard di molte forme di metafisica ed è parte di molti sistemi religiosi, soprattutto quelli orientali (lInduismo, la Cabala ebraica, il Buddismo, e perfino il primo Cristianesimo).Tuttoggi moltissime persone al mondo nutrono la convinzione delle reincarnazione, basandosi su una pura questione di fede o su un background di conoscenze culturali e scientifiche. Se accettiamo il concetto di reincarnazione, ne consegue che deve esistere un metodo in grado di far luce sul ciclo di morti e rinascite e consentirci di acquisire un livello di conoscenza sulle nostre vite precedenti, nel continuum delle nostre esistenze di cui quella attuale è solo una fotografia.

Si dovrebbe parlare di ALTRE VITE e non di vite PASSATE O VITE FUTURE.

Il tempo è solo un'illusione
E' più facile avere ricordi di vite precedenti perchè sono culturalmente maggiormente accettati:
Ricordi di luoghi: In questa categoria rientrano i casi in cui a qualcuno capita di visitare per la prima volta una città e sente un forte senso di familiarità, un deja vu, e magari si accorge di sapere la strada da fare per andare alla piazza del duomo. 
Ricordi di persone: sono fra i più comuni. Spesso al primissimo incontro con una persona avvertiamo la sensazione di conoscerla, il deja vu. Il più delle volte è lo sguardo ad essere ‘portatore’ di questo senso di familiarità, accompagnato da sentimenti a volte anche molto intensi. Alle volte accadono fenomeni di telepatia con queste persone, come se poteste a distanza sentire i loro stati d’animo e pensieri. La regressione volontaria alle vite precedenti è una forma di ipnosi regressiva che ha avuto un grande sviluppo negli ultimi anni, soprattutto in associazione con la crescita degli approcci “orientali” anche nella nostra cultura.
Spesso veniamo dunque colti da questo tipo di richiesta: “Voglio capire chi sono stato in una vita passata!”.
Il perchè di questa domanda può essere una semplice curiosità, una motivazione religiosa, la convinzione che attraverso la comprensione del passato (aldifuori della nostra vita) si possa comprendere meglio le problematiche che oggi ci affliggono, oppure semplicemente perchè va di moda così.

Nell’ipnosi regressiva parliamo di REGRESSIONE o di RIVIVIFICAZIONE.
Quando la rivivificazione è totale riacquistiamo sensazioni e sentimenti tipici dell’epoca che stiamo rivivendo (colori, odori, suoni, modi di esprimersi fisicamente e verbalmente, ecc.). Un segno chiaro di rivivificazione è il manifestarsi del riflesso di Babinsky, tipico del bambino piccolo.
Se è soltanto regressione, è un sogno in cui si sa di sognare; se è rivivificazione è molto di più.
La CURIOSITA’ è il primo presupposto per vivere bene la regressione. Se la CRITICA è troppo alta ci vuole un po’ più di tempo per lasciarsi andare, ma tutti, prima o poi, possono sperimentare una regressione.

Con la stessa modalità con cui si va in regressione, si può fare un viaggio nel futuro, per fissare degli obiettivi precisi, per sognare, usando il come se, situazioni di vita, lavorative,sentimentali, che si vorrebbero raggiungere.
Si possono anche fare viaggi in vite future, spingendosi in la nel tempo
Per il viaggio nel futuro si utilizza un calendario con quei grandi numeri rossi, che cambiano giorno per giorno e la nuvola come mezzo di trasporto.

“… Prendete la posizione di partenza e rilassatevi, trovate una posizione, la più comoda per voi, facendo tutti quei movimenti necessari per essere più comodi possibili sulla sedia… fissate un punto tra il soffitto ed il muro… ascoltate il vostro respiro che diventa sempre più calmo e regolare… sempre più calmo e regolare… e quando ne sentite il desiderio potete anche chiudere gli occhi… continuando a respirare… e respirando potete entrare sempre più profondamente dentro voi stessi… sempre più profondamente dentro voi stessi…
… E potete vedere davanti a voi un calendario… uno di quei calendari con le pagine bianche… e quei bei numeri rossi… grandi… su ogni foglio è segnato un giorno… e voi potete … partendo dal giorno di oggi… giovedì 28 novembre 2002… togliere quanti fogli volete dal vostro calendario… quanti giorni volete… quanti mesi volete… quanti anni volete… i fogli volano… i numeri scorrono…i giorni corrono avanti a voi… uno alla volta… uno alla volta… e potete fermarvi al giorno… al mese… all’anno… che vi sembra il più adatto per raggiungere il vostro obiettivo… e il vostro inconscio… e la vostra mente, lavoreranno per voi per farvi immaginare cosa vorrete che accada nel giorno, mese ed anno che avete scelto…
…Ed ora una nuvola di nebbiolina leggera vi avvolge, è piacevole… accogliente… morbida… soffice… e piano, piano, mentre i giorni scorrono avanti a voi… i numeri cambiano avanti a voi… potete salire su questa nuvola vi farvi trasportare da questa nuvola leggera, fino al giorno che avete scelto per realizzare il vostro sogno… il vostro obiettivo…
…E ora potete scendere dalla nuvola… la nebbiolina scompare e tutto diventa chiaro e limpido davanti a voi… potete vedere chiaramente il paesaggio… la situazione… le persone… sentire le voci… i suoni… del posto dove vi siete recati… del tempo in cui vi siete recati… tutto si fa chiaro nella vostra mente… sapete esattamente cosa volete… e sapete come fare per realizzare ciò che desiderate… ecco il sogno si realizza… la vostra mente ed il vostro inconscio lavorano per voi per realizzare esattamente ciò che desiderate che avvenga… in quel tempo… in quel luogo… in quella situazione… Assaporate tutte le sensazioni positive che questo momento porte con sé… sapendo che potete portarle con voi al vostro risveglio… e che potrete ritornare in questa situazione ed in questo momento ogni volta che lo vorrete… ogni volta che lo vorrete…
… Ed ora la nebbiolina leggera ritorna ad avvolgervi… ritornate sui vostri passi fino a che ritrovate la vostra nuvola leggera ed accogliente e vi salite sopra… la nuvola ritorna indietro, piano, piano… e attraverso la nebbiolina cominciate ad intravedere i fogli del calendario che si riattaccano… i numeri rossi volano verso il calendari e si riattaccano… uno alla volta… uno alla volta…… e piano, piano… con i vostri tempi ritornate al vostro presente… al giorno di oggi… scendete dalla nuvola… la nebbiolina scompare e potete vedere chiaramente sul vostro calendario la data di oggi… giovedì 28 novembre 2002… e piano, piano… con i vostri tempi… potete sentire il vostro respiro, calmo e regolare… calmo e regolare… potete riaprire gli occhi… con i vostri tempi… e ritornare qui ed ora… in perfetta armonia con voi stessi, con le persone che vi circondano… con l’ambiente che vi circonda… portando con voi tutte le sensazioni positive che questa esperienza vi ha dato… tutti i suggerimenti che la vostra mente inconscia vi ha dato… con i vostri tempi… con i vostri tempi…”
Ricordi del passato e percezioni del futuro sono memorie energetiche utili per l'evoluzione spirituale del presente
Ricostruisci il ciclo completo di una memoria evolutiva, quindi se non lo hai fatto e se hai voglia di farlo ti consiglio con calma domani di metterti seduto, di fare una lista delle lezioni evolutive veramente importanti per te in questa esistenza e di scrivere a fianco anche l’ultimo episodio che ha fatto scattare questo ricordo. Partendo da questo episodio vai all’indietro e vedrai quanti episodi della tua vita sono collegati a questo ultimo frammento che ti ha portato questo arricchimento, che ti ha portato questa consapevolezza, che ti ha portato questa energia. Allora la tua memoria comincia a diventare una unità organica e comincia a funzionare al suo vero livello, al livello di organicità vibrazionale, al livello di organicità energetica.
Cominciando a fare questo, allora anche i frammenti e i ricordi delle vite precedenti non arriveranno più in modo casuale, in modo caotico, ma arriveranno seguendo una logicità, una consequenzialità e per te sarà molto più facile, molto più semplice, molto più veloce energeticamente parlando, evolutivamente parlando, vivere le tue finestre di opportunità, vivere le tue finestre energetiche, vivere le tue esperienze evolutive. Quindi niente rimane più collegato al “caso”, sempre di più tutto diventa un unico fluire, un unico essere, un unico giro energetico, che viene ricostruito. Inoltre è importante, molto importante che, ogni volta che costruisci un episodio legato alla tua memoria evolutiva, cerchi di ricordare questo episodio, e tutti gli episodi collegati a questo attraverso tutti i tuoi cinque sensi, attraverso la vista, attraverso l’udito, attraverso il tatto, l’olfatto e il gusto e attraverso anche la tua sensazione interiore perché i tuoi sensi fisici sono in realtà organi del tuo corpo di luce. Anche perché l’evoluzione e gli episodi che hanno significato per te qualcosa a livello evolutivo, sono vissuti attraverso i tuoi cinque sensi e ricordati che ogni volta che tu riesci a recuperare dettagli della tua memoria evolutiva tu permetti alla tua evoluzione, al tuo ricordo, alla memoria evolutiva di avere un senso energetico.


sabato 15 giugno 2013

Entità Spirituali ed Astrali



Per la percezione esteriore, il mondo spirituale appare nascosto, velatoCaratteristica dello spirituale è che l’uomo può riconoscerlo solo se si sforza, almeno in piccola misura, di diventare egli stesso diverso da come è in partenza.

Lo studiare ed accogliere solo sotto forma di nozioni le verità antroposofiche lasciandole agire su se stessi, pur senza sottoporsi ad una rigida disciplina esoterica, fa mutare la propria anima. Si cambiano abitudini, interessi: ci si autoeduca. Diventiamo diversi. Già partecipare con tutto il cuore e con il sentimento ad uno studio scientifico spirituale significa iniziare uno sviluppo esoterico. L’esoterismo non inizia solo con la pratica occulta: inizia con lo studio e la partecipazione del sentimento ai contenuti occulti.
Si attua una trasformazione dell’anima; un processo simile a quello che subirebbe un essere che abbia solo percepito il bianco e il nero, e piano piano divenisse capace di percepire i colori. L’anima si allarga, nel suo modo di percepire, divenendo capace di sviluppare di abbracciare percezioni che prima non venivano da lei registrate.


La seguente tecnica, che può essere anche definita percepire puro, la si può applicare alle più svariate impressioni sensoriali: ci si deve abituare ad eliminare l’impressione sensoriale, (visiva, uditiva, tattile,intellettiva, emozionale, ecc.) conservandosi desti di fronte al mondo, in special modo portando tutta la propria attenzione verso l’impressione che compare nell’anima in conseguenza ad una data percezione.
Così facendo si stimola ad operare in noi qualcosa di più profondo dei nostri occhi, orecchi, del nostro cervello o sentimento.

Concentrazione sul cielo azzurro: la devozione
I seguenti esercizi sono sperimentabili da chiunque ne crei in sè stesso le premesse.
Si deve volgere lo sguardo, innalzandolo dalla terra verso le vastità del cosmo, abbandonandosi alla contemplazione dell’azzurro del cielo, osservandolo in tutte le direzioni. Si scelga un giorno in cui non vi è nessuna nuvola, e il cielo sia chiarissimo. Ciò che conta è l’abbandonarsi molto lungamente e intensamente all’impressione suscitataci dal cielo azzurro, cercando di immedesimarsi in esso, dimenticando tutti i propri ricordi, i propri stati d’animo: cercare di afferrare e di serbare nell’anima, il contenuto afferrabile a mezzo della sensazione promanante dall’impressione “cielo azzurro”.
Si arriverebbe ad un punto in cui si sperimenterebbe un’impressione oggettiva, esperibile da qualsiasi essere umano,un’esperienza di devozione. L’anima si sentirebbe ricolmo di infinita devozione.
In una concentrazione del genere, il blu cesserebbe di essere blu ad un dato momento e al posto del colore blu apparirebbe interiormente un immenso sentimento di devozione, di religiosità, grande rispetto per ordine perfetto (morale) del mondo. L’azzurro si muta in un’impressione di un quid di morale che avvolge il mondo con la sua saggezza e protezione.
E' importante per chi desidera sviluppare un contatto profondo con il piano trascendente della Guida, comprendere le dimensioni sottili dell'esistenza. Nel Channelling spirituale,  la cosa principale è la conoscenza di se stessi, ma la parte psichica che si sviluppa con l'aprsi del CANALE VERTICALE, può richiedere questa conoscenza e la consapevolezza di piani sottili.
Oltre al piano materiale l'Universo esiste in dimensioni sottili. Il mistero della Vita va oltre la materia. La scienza moderna, sopratutto nell'approccio quantico, si sta aprendo a realtà invisibili e insondabili.
Molte sono le mappe che tendono a codificare questi "stratidi realtà, una delle più antiche è quella collegata allo Yoga, e riconosce sette piani diversi compreso quello materiale.
Ogni piano è collegato agli altri, i piani più densi non possono esistere senza quelli più sottili.

Le Guide contattate attraverso il Channeling sono Entità spirituali di differente livello evolutivo e di differente origine.
Le principali Entità canalizzate possono essere classificate a fini didattici, in:

Nel mondo astrale esistono vari tipi di entità 
fisiche, uomini e animali, nel sonno i loro corpi 
astrali abbandonano il corpo fisico. Mentre dormiamo 
infatti viviamo nel nostro corpo astrale, quando ci 
svegliamo questi corpi si riuniscono a quello fisico. 

Anche le persone defunte abitano per un pò il mondo astrale può variare da poche ore a un secolo e anche di più, dopo questo periodo passano al mondo celeste. 
Essi vivono solo in alcuni sottopiani di questo mondo e per poterli incontrare bisogna saper viaggiare in questi sottopiani, cosa non facile all'inizio. 
  
I GUSCI ASTRALI

Mentre siamo nel mondo astrale potremo vedere cose spiacevoli, sono i "gusci astrali" che sono residui del corpo astrale abbandonato dalle anime che sono andate verso i mondi superiori. Quando l'anima trapassa e lascia anche il mondo astrale, questo comincia a disintegrarsi e scompare totalmente. 

Il corpo abbandonato pare sia abbastanza disgustoso e viene chiamato fantasma, guscio astrale o spettro. 

Il guscio astrale di una persona spirituale scompare in poco tempo, mentre quello di persone con tendenze materiali ci impiegherà parecchio tempo. 

I CORPI ASTRALI ABBANDONATI

Quando muoriamo abbandoniamo il corpo fisico e dal mondo astrale, andiamo nel mondo mentale. 

Questi corpi astrali hanno una certa quantità 
dell'anima dipartita e ricordano molte cose, per 
qualche sono capaci di ripetere certe abitudini 
e modi di espressione proprie dell'entità dipartita.

Maestri Ascesi: sono Entità che risiedono oltre lo spazio tempo e dichiarano di dimorare in ogni piano dell'esistenza. Hanno sovente abitato un corpo fisico milioni di anni fa e hanno raggiunto un certo livello evolutivo. Essi sono canalizzati da differenti gruppi di veicoli fisici,spesso grandi ed organizzati, quali i Teosofi e l'Ordine dei Rosacroce. Esempi famosi di Maestri ascesi: Ramtha, Saint-Germain, Seth.
 Entità di servizio: si dichiarano spesso Entità multidimensionali evolute, o "agglomerati di energia" che svolgono un vero e proprio servizio per favorire la crescita spirituale. Esempio: l'entità Kryon del "Servizio magnetico", che dichiara attraverso i suoi channels di essere il creatore e governatore delle griglie magnetiche terrestri e quindi direttamente responsabile del nostro livello evolutivo

Le prime entità o forze si percepiscono sollevando il primissimo velo posto dietro la percezione sensoria: appare il mondo elementare o eterico.
Tale mondo è possibile percepirlo solo se si hanno organi configurati entro il proprio corpo eterico.
Così come dietro al corpo fisico umano esiste un corpo vitale che lo configura e lo aggrega, dietro l’intera natura fisica si può scoprire una specie di corpo eterico.
Vi è però una fondamentale differenza fra il corpo eterico umano e quello degli enti della natura esterna:
  • il corpo vitale umano è un essere unitario, individuale.
  • il corpo vitale degli enti della natura è invece strutturato da una molteplicità di entità che partecipano  all’unisono alla vita della singola forma naturale.
  • Ossia:
  • il singolo corpo eterico umano è fatto di una sola entità elementare.
  • il singolo corpo eterico ad. es. di una pianta, è costituito da più esseri elementari, da una molteplicità di esseri differenziati in grado e in funzione.