martedì 18 giugno 2013

Alla ricerca delle Vite Precedenti e delle Vite Future



Molto spesso l’interesse per le vite passate sorge quando ci accade qualche fenomeno connesso con il ricordo spontaneo di elementi di una vita precedente o di una vita futura

La credenza nella reincarnazione affonda le proprie radici nella storia dellumanità, costituisce un aspetto standard di molte forme di metafisica ed è parte di molti sistemi religiosi, soprattutto quelli orientali (lInduismo, la Cabala ebraica, il Buddismo, e perfino il primo Cristianesimo).Tuttoggi moltissime persone al mondo nutrono la convinzione delle reincarnazione, basandosi su una pura questione di fede o su un background di conoscenze culturali e scientifiche. Se accettiamo il concetto di reincarnazione, ne consegue che deve esistere un metodo in grado di far luce sul ciclo di morti e rinascite e consentirci di acquisire un livello di conoscenza sulle nostre vite precedenti, nel continuum delle nostre esistenze di cui quella attuale è solo una fotografia.

Si dovrebbe parlare di ALTRE VITE e non di vite PASSATE O VITE FUTURE.

Il tempo è solo un'illusione
E' più facile avere ricordi di vite precedenti perchè sono culturalmente maggiormente accettati:
Ricordi di luoghi: In questa categoria rientrano i casi in cui a qualcuno capita di visitare per la prima volta una città e sente un forte senso di familiarità, un deja vu, e magari si accorge di sapere la strada da fare per andare alla piazza del duomo. 
Ricordi di persone: sono fra i più comuni. Spesso al primissimo incontro con una persona avvertiamo la sensazione di conoscerla, il deja vu. Il più delle volte è lo sguardo ad essere ‘portatore’ di questo senso di familiarità, accompagnato da sentimenti a volte anche molto intensi. Alle volte accadono fenomeni di telepatia con queste persone, come se poteste a distanza sentire i loro stati d’animo e pensieri. La regressione volontaria alle vite precedenti è una forma di ipnosi regressiva che ha avuto un grande sviluppo negli ultimi anni, soprattutto in associazione con la crescita degli approcci “orientali” anche nella nostra cultura.
Spesso veniamo dunque colti da questo tipo di richiesta: “Voglio capire chi sono stato in una vita passata!”.
Il perchè di questa domanda può essere una semplice curiosità, una motivazione religiosa, la convinzione che attraverso la comprensione del passato (aldifuori della nostra vita) si possa comprendere meglio le problematiche che oggi ci affliggono, oppure semplicemente perchè va di moda così.

Nell’ipnosi regressiva parliamo di REGRESSIONE o di RIVIVIFICAZIONE.
Quando la rivivificazione è totale riacquistiamo sensazioni e sentimenti tipici dell’epoca che stiamo rivivendo (colori, odori, suoni, modi di esprimersi fisicamente e verbalmente, ecc.). Un segno chiaro di rivivificazione è il manifestarsi del riflesso di Babinsky, tipico del bambino piccolo.
Se è soltanto regressione, è un sogno in cui si sa di sognare; se è rivivificazione è molto di più.
La CURIOSITA’ è il primo presupposto per vivere bene la regressione. Se la CRITICA è troppo alta ci vuole un po’ più di tempo per lasciarsi andare, ma tutti, prima o poi, possono sperimentare una regressione.

Con la stessa modalità con cui si va in regressione, si può fare un viaggio nel futuro, per fissare degli obiettivi precisi, per sognare, usando il come se, situazioni di vita, lavorative,sentimentali, che si vorrebbero raggiungere.
Si possono anche fare viaggi in vite future, spingendosi in la nel tempo
Per il viaggio nel futuro si utilizza un calendario con quei grandi numeri rossi, che cambiano giorno per giorno e la nuvola come mezzo di trasporto.

“… Prendete la posizione di partenza e rilassatevi, trovate una posizione, la più comoda per voi, facendo tutti quei movimenti necessari per essere più comodi possibili sulla sedia… fissate un punto tra il soffitto ed il muro… ascoltate il vostro respiro che diventa sempre più calmo e regolare… sempre più calmo e regolare… e quando ne sentite il desiderio potete anche chiudere gli occhi… continuando a respirare… e respirando potete entrare sempre più profondamente dentro voi stessi… sempre più profondamente dentro voi stessi…
… E potete vedere davanti a voi un calendario… uno di quei calendari con le pagine bianche… e quei bei numeri rossi… grandi… su ogni foglio è segnato un giorno… e voi potete … partendo dal giorno di oggi… giovedì 28 novembre 2002… togliere quanti fogli volete dal vostro calendario… quanti giorni volete… quanti mesi volete… quanti anni volete… i fogli volano… i numeri scorrono…i giorni corrono avanti a voi… uno alla volta… uno alla volta… e potete fermarvi al giorno… al mese… all’anno… che vi sembra il più adatto per raggiungere il vostro obiettivo… e il vostro inconscio… e la vostra mente, lavoreranno per voi per farvi immaginare cosa vorrete che accada nel giorno, mese ed anno che avete scelto…
…Ed ora una nuvola di nebbiolina leggera vi avvolge, è piacevole… accogliente… morbida… soffice… e piano, piano, mentre i giorni scorrono avanti a voi… i numeri cambiano avanti a voi… potete salire su questa nuvola vi farvi trasportare da questa nuvola leggera, fino al giorno che avete scelto per realizzare il vostro sogno… il vostro obiettivo…
…E ora potete scendere dalla nuvola… la nebbiolina scompare e tutto diventa chiaro e limpido davanti a voi… potete vedere chiaramente il paesaggio… la situazione… le persone… sentire le voci… i suoni… del posto dove vi siete recati… del tempo in cui vi siete recati… tutto si fa chiaro nella vostra mente… sapete esattamente cosa volete… e sapete come fare per realizzare ciò che desiderate… ecco il sogno si realizza… la vostra mente ed il vostro inconscio lavorano per voi per realizzare esattamente ciò che desiderate che avvenga… in quel tempo… in quel luogo… in quella situazione… Assaporate tutte le sensazioni positive che questo momento porte con sé… sapendo che potete portarle con voi al vostro risveglio… e che potrete ritornare in questa situazione ed in questo momento ogni volta che lo vorrete… ogni volta che lo vorrete…
… Ed ora la nebbiolina leggera ritorna ad avvolgervi… ritornate sui vostri passi fino a che ritrovate la vostra nuvola leggera ed accogliente e vi salite sopra… la nuvola ritorna indietro, piano, piano… e attraverso la nebbiolina cominciate ad intravedere i fogli del calendario che si riattaccano… i numeri rossi volano verso il calendari e si riattaccano… uno alla volta… uno alla volta…… e piano, piano… con i vostri tempi ritornate al vostro presente… al giorno di oggi… scendete dalla nuvola… la nebbiolina scompare e potete vedere chiaramente sul vostro calendario la data di oggi… giovedì 28 novembre 2002… e piano, piano… con i vostri tempi… potete sentire il vostro respiro, calmo e regolare… calmo e regolare… potete riaprire gli occhi… con i vostri tempi… e ritornare qui ed ora… in perfetta armonia con voi stessi, con le persone che vi circondano… con l’ambiente che vi circonda… portando con voi tutte le sensazioni positive che questa esperienza vi ha dato… tutti i suggerimenti che la vostra mente inconscia vi ha dato… con i vostri tempi… con i vostri tempi…”
Ricordi del passato e percezioni del futuro sono memorie energetiche utili per l'evoluzione spirituale del presente
Ricostruisci il ciclo completo di una memoria evolutiva, quindi se non lo hai fatto e se hai voglia di farlo ti consiglio con calma domani di metterti seduto, di fare una lista delle lezioni evolutive veramente importanti per te in questa esistenza e di scrivere a fianco anche l’ultimo episodio che ha fatto scattare questo ricordo. Partendo da questo episodio vai all’indietro e vedrai quanti episodi della tua vita sono collegati a questo ultimo frammento che ti ha portato questo arricchimento, che ti ha portato questa consapevolezza, che ti ha portato questa energia. Allora la tua memoria comincia a diventare una unità organica e comincia a funzionare al suo vero livello, al livello di organicità vibrazionale, al livello di organicità energetica.
Cominciando a fare questo, allora anche i frammenti e i ricordi delle vite precedenti non arriveranno più in modo casuale, in modo caotico, ma arriveranno seguendo una logicità, una consequenzialità e per te sarà molto più facile, molto più semplice, molto più veloce energeticamente parlando, evolutivamente parlando, vivere le tue finestre di opportunità, vivere le tue finestre energetiche, vivere le tue esperienze evolutive. Quindi niente rimane più collegato al “caso”, sempre di più tutto diventa un unico fluire, un unico essere, un unico giro energetico, che viene ricostruito. Inoltre è importante, molto importante che, ogni volta che costruisci un episodio legato alla tua memoria evolutiva, cerchi di ricordare questo episodio, e tutti gli episodi collegati a questo attraverso tutti i tuoi cinque sensi, attraverso la vista, attraverso l’udito, attraverso il tatto, l’olfatto e il gusto e attraverso anche la tua sensazione interiore perché i tuoi sensi fisici sono in realtà organi del tuo corpo di luce. Anche perché l’evoluzione e gli episodi che hanno significato per te qualcosa a livello evolutivo, sono vissuti attraverso i tuoi cinque sensi e ricordati che ogni volta che tu riesci a recuperare dettagli della tua memoria evolutiva tu permetti alla tua evoluzione, al tuo ricordo, alla memoria evolutiva di avere un senso energetico.


Nessun commento:

Posta un commento